Corona-News
06.07.2020

Indennità per perdita di guadagno Corona: nuove misure valide dal 6 luglio 2020

Proroga del diritto all’indennità per perdita di guadagno Corona per gli indipendenti
Il Consiglio federale ha deciso di prolungare fino al 16 settembre 2020 il diritto al versamento dell’indennità per perdita di guadagno Corona per gli indipendenti che hanno riaperto la propria attività il 27 aprile 2020, l’11 maggio 2020 o il 6 giugno 2020. Anche il diritto per gli indipendenti indirettamente interessati, i cosiddetti casi di rigore, è stato prorogato fino alla data summenzionata. I diritti derivanti dal divieto di svolgere manifestazioni continuano a sussistere fino a tale data.

Tutti gli indipendenti che avevano diritto a un’indennità per perdita di guadagno Corona a causa della chiusura del proprio esercizio percepiranno quindi nuovamente un’indennità per perdita di guadagno Corona con effetto retroattivo fino al 16 settembre 2020.

L’indennità si basa sulle stesse basi di calcolo ed equivale all’ammontare dell’indennità giornaliera finora corrisposta. Su richiesta dell’indipendente/degli indipendenti ci si basa sul reddito dell’ultima decisione di contribuzione definitiva dell’AVS. Se al momento del calcolo dell’indennità siamo persino già in possesso della vostra tassazione definitiva per l’anno 2019, ci baseremo su quest’ultima. Nel caso doveste ricevere in un secondo tempo l’accertamento definitivo per il 2019, potete presentare nuovamente domanda di riesame entro il 16 settembre 2020.

I pagamenti verranno ripresi automaticamente dall’inizio di agosto per il periodo dal 16 maggio 2020 e 5 giugno 2020 fino alla fine di luglio 2020 e corrisposti a posteriori fino al 16 settembre 2020. A tale proposito non occorre fare nulla, se non che presentare la richiesta di ricalcolo sulla base della decisione di tassazione definitiva per il 2019 o dell’ultima decisione di contribuzione definitiva.

Nuova indennità per perdita di guadagno Corona per i dipendenti che occupano una posizione analoga a quella del datore di lavoro attivi nel settore ricreativo
Ora anche i dipendenti attivi nel settore ricreativo e che occupano una posizione analoga a quella del datore di lavoro hanno diritto a un’indennità per perdita di guadagno Corona per il periodo dal 1° giugno 2020 al 16 settembre 2020. Occupano una posizione analoga a quella del datore di lavoro le persone che percepiscono un salario in quanto dipendenti e che esercitano un’influenza determinante sulle decisioni dell’azienda (p.es. i gerenti di una SA, Sagl o cooperativa). Beneficiano dello stesso diritto anche i coniugi e i partner registrati delle persone summenzionate occupati nell’azienda. Tali persone avevano un diritto straordinario al lavoro ridotto fino al 31 maggio 2020.

Rientrano nel settore ricreativo in particolare le fiere, le esposizioni, le conferenze, i congressi, il catering per eventi, i gestori di strutture artistiche nonché le ditte attive nella produzione ed esecuzione di pièce teatrali, concerti ecc. 

Tale prestazione copre tuttavia solo i casi di rigore. Se in quanto persone occupanti una posizione analoga a quella del datore di lavoro volete far valere il diritto all’indennità per perdita di guadagno Corona, occorre allegare alla richiesta l’attestazione dei salari per il 2019 nonché un estratto dettagliato del registro di commercio. Il diritto sussiste solo se il reddito dell’attività lucrativa soggetto all’AVS percepito nel 2019 ammontava tra CHF 10’000.– e CHF 90’000.–. La richiesta va presentata dalla ditta e nel modulo vanno indicate tutte le persone aventi diritto. Qui trovate l’apposito modulo di richiesta.

Indennità in seguito a quarantena in relazione all’app SwissCovid nonché in caso di rientro in Svizzera da determinate regioni
Sussiste il diritto all’indennità se la quarantena è stata prescritta dal medico o dalle autorità. Qui trovate il nuovo modulo di richiesta per l’indennità per perdita di guadagno Corona in seguito alle misure di quarantena.

Chi si mette in quarantena senza che la stessa sia stata ordinata dal medico o dalle autorità non ha diritto all’indennità per perdita di guadagno Corona in seguito a quarantena. 

Il 1° luglio 2020 il Consiglio federale ha deciso che dal 6 luglio 2020 i viaggiatori provenienti da determinate regioni devono mettersi in quarantena per dieci giorni. Le persone che dal 6 luglio intraprendono un viaggio in un Paese a rischio e che al rientro in Svizzera devono quindi mettersi in quarantena, non hanno diritto all’indennità per perdita di guadagno Corona.

Promemoria «6.03 – Indennità di perdita di guadagno Corona»
Il promemoria è disponibile solo online. Non esiste alcuna versione stampata.

Per ulteriori dettagli e informazioni siete pregati di consultare il nostro sito web o di contattarci tramite E-Mail. Per il momento la telefonata è sconsigliata, stiamo infatti lavorando a pieno ritmo all’attuazione delle misure suindicate. Considerata la situazione attuale, potrebbe volerci un po’ di tempo prima di riuscire a rispondere a tutte le richieste. Vi ringraziamo della comprensione.

Grazie della collaborazione.

Condividi articoli

Facebook linkedin whatsapp email