AI – Assicurazione invalidità

Base

L‘AI è obbligatoria per tutte le persone domiciliate in Svizzera e che vi esercitano un‘attività lucrativa. Questa assicurazione è stata introdotta nel 1960.

Scopo

Grazie alle misure di riabilitazione ordinate dall‘AI, le persone invalide devono avere la possibilità di provvedere in modo indipendente, totalmente o parzialmente, ai bisogni della vita quotidiana. Quando una riabilitazione o una reintegrazione professionale non è possibile, o lo è solo parzialmente, l‘AI versa una rendita intera o una rendita parziale.

Obbligo contributivo

Dal 1° gennaio del 18° anno d‘età i dipendenti e le persone di condizione indipendente hanno l‘obbligo di versare i contributi all‘AI. Le persone senza attività lucrativa versano i contributi dal 1° gennaio del 21° anno d‘età.

Deduzioni salariali

Dal salario lordo del dipendente è dedotto un contributo pari allo 0.7% (compreso nel totale dello 5.275% per AVS, AI e IPG). Lo stesso importo è versato anche dai datori di lavoro. Le persone indipendenti versano l‘1.4% del reddito imponibile all‘AVS (compreso nel totale del 9.95% per AVS, AI e IPG). Per le persone senza attività lucrativa i contributi sono calcolati in base alla sostanza.

Diritto a una rendita d‘invalidità

Si parla di invalidità quando una persona non è più in grado di esercitare la sua attività lucrativa o lo è solo parzialmente. L‘incapacità lavorativa è una conseguenza dovuta ad una malattia, ad un infortunio oppure ad un‘invalidità esistente già dalla nascita. Prima di accordare una rendita d‘invalidità, l‘AI esamina la possibilità di reintegrazione (secondo il principio integrazione prima della rendita).

Indennità giornaliere AI

Non sempre una situazione di incapacità lavorativa porta al versamento di una rendita AI. Gli assicurati che cercano di reinserirsi nella vita lavorativa mediante misure di reintegrazione ricevono il supporto dell‘AI sotto forma di indennità giornaliere. Queste indennità giornaliere hanno lo scopo di assicurare il sostentamento degli assicurati e delle loro famiglie durante il periodo della reintegrazione.

Il diritto a ricevere un‘indennità giornaliera ha inizio non prima del primo giorno del mese successivo al compimento del 18° anno d‘età. Al più tardi al termine del mese precedente l‘inizio del diritto a una rendita di vecchiaia, si conclude il diritto a ricevere un‘indennità giornaliera AI.

Informazioni

La nostra Guida vi offre maggiori informazioni sull‘assicurazione invalidità.